Fonte Wiki

Wikimedia-logo.svg Libera la cultura. Dona il tuo 5×1000 a Wikimedia Italia. Scrivi 94039910156. Wikimedia-logo.svg
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Wikisource è una biblioteca digitale multilingue, che accoglie testi e libri in pubblico dominio o con licenze libere. Il sito è parte della fondazione Wikimedia ed è collaterale a Wikipedia, progetto multilingue teso a creare un'enciclopedia a contenuto libero completa ed accurata. Il progetto Wikisource, come Wikipedia, si suddivide per lingua e non per nazionalità.

Wikisource ospita monografie, documenti, testi di ogni tipologia ed epoca: dalla filosofia alla matematica, dalla letteratura alla numismatica.

La versione in lingua italiana[1], nata nel 2005, conta, ad aprile 2021, oltre 160 000 testi[2].

Collezioni

Wikisource raccoglie e archivia in formato digitale testi già pubblicati, tra cui romanzi, opere di saggistica, lettere, discorsi, documenti storici e costituzionali, leggi e altri documenti. Tutti i testi raccolti sono in pubblico dominio (per cui sono scaduti i precedenti diritti d'autore) o rilasciati secondo la licenza CC-BY-SA (la stessa licenza utilizzata in Wikipedia). Sono accettati testi in tutte le lingue (così come le traduzioni), ognuno nel suo proprio progetto linguistico.

Le origini

Il logo originale di Wikisource
Il logo corrente di Wikisource

Chiamato inizialmente Project Sourceberg (parola composta da Source, in inglese "fonte" e della seconda parte del nome del Progetto Gutenberg, progetto capostipite di tutte le biblioteche libere online), il sito è stato ufficialmente ribattezzato Wikisource il 6 dicembre 2003. Al primo nome rimane associata l'immagine del logo del progetto: iceberg è parola assonante con sourceberg.

Il progetto, iniziato come ramificazione di Wikipedia, (che essendo un'enciclopedia non poteva accogliere i vari documenti, fonti e testi che la comunità stava via via accumulando), è stato lanciato il 24 novembre 2003 con l'URL temporanea https://sources.wikipedia.org e spostato in seguito sul nuovo nome di dominio: https://wikisource.org.

Prima ancora, i testi originali venivano messi su ps.Wikipedia.org, che pur essendo erroneamente interpretato come Project Sourceberg, in realtà costituiva un sotto-dominio per la Wikipedia nella lingua pashtu. Tutti i testi che erano stati inseriti lì, sono stati spostati al nuovo sito ufficiale in occasione della sua apertura.

Nel giro di due settimane dall'avvio del progetto, sono state create più di 1000 pagine, di cui circa 200 veri e propri articoli. All'inizio del 2004, il sito aveva 100 utenti registrati. All'inizio del luglio 2004 gli articoli erano oltre 2400, con più di 500 utenti registrati.

A seguito di votazione terminata il 12 maggio 2005 sono stati adottati dei sottodomini per ciascuna lingua, permettendo ai testi di essere ospitati in appositi wiki.[3] La separazione fu completata nel giugno del 2005. Ogni Wikisource in lingua ha cominciato successivamente ad adottare modalità di gestione regolate dalla comunità.

Dal 2007[4], grazie ad un'estensione del software MediaWiki (Proofread extension), i progetti Wikisource hanno iniziato a poter visualizzare ogni pagina di un libro a fianco della sua scansione (opportunamente caricata su Commons). Con questa modalità infatti si garantisce maggior affidabilità alla trascrizione del testo, potendo sempre confrontarla con l'originale.

WikiGuida su Wikisource: video di sette minuti che riassume storia, principi e funzionamento.

Avanzamento del progetto

Processo di digitalizzazione su Wikisource

Collaborazioni con biblioteche ed archivi

Nel 2010, Wikimedia France ha firmato un accordo con la Bibliothèque nationale de France (Biblioteca nazionale francese) per aggiungere le sue scansioni della biblioteca digitale Gallica sulla Wikisource francese. 1 400 testi francesi in pubblico dominio sono stati aggiunti alla libreria di Wikisource tramite upload su Wikimedia Commons. La qualità delle trascrizioni, inizialmente realizzate dal sistema di riconoscimento ottico dei caratteri (OCR), è stata migliorata dagli utenti della comunità di Wikisource.[16][17][18]

Nota

  1. ^ it.wikisource.org
  2. ^ Pagina delle statistiche. Dato aggiornato al 22 aprile 2021.
  3. ^ Votazione
  4. ^ Annuncio dell'avvenuta installazione dell'estensione ProofreadPage
  5. ^ Elenco di Wikisources per dimensione
  6. ^ (EN) Statistics - Wikisource, the free online library, su en.wikisource.org. URL consultato il 1º giugno 2021.
  7. ^ ( PL ) Statistiche - Wikisource, la libreria gratuita , su pl.wikisource.org . URL consultato il 1º giugno 2021 .
  8. ^ ( IT ) Statistiche - Wikisource , su ru.wikisource.org . URL consultato il 1º giugno 2021 .
  9. ^ ( DE ) Statistiche – Wikisource , il suo de.wikisource.org . Richiesta URL il 1 giugno
  10. ^ (FR) Statistiques - Wikisource, su fr.wikisource.org. URL consultato il 1º giugno 2021.
  11. ^ ( EN ) Statistiche - Wikisource, la libreria gratuita , su zh.wikisource.org URL consultato il 1º giugno 2021 .
  12. ^ ( HE ) Statistiche - Wikitext , su he.wikisource.org . URL consultato il 1 agosto 2021 .
  13. ^ Statistiche - Wikisource, su it.wikisource.org. URL consultato il 1º giugno 2021.
  14. ^ ( ES ) Statistiche - Wikisource , es.wikisource.org Richiesta URL il 1 giugno
  15. ^ ( IT ) Statistiche - Wikisource , su ar.wikisource.org . URL consultato il 1º giugno 2021 .
  16. ^ ( EN ) BNF a turno con Wikisource collaborativo [ BNF a turno con Wikisource collaborativo ] , su ITespresso , NetMediaEurope , 8 aprile 2010. URL consultato il 29 settembre 2011 .
  17. ^ (FR) Wikimédia France signe un partenariat avec la BnF [Wikimedia France sign a partnership with the BnF], su Wikimédia France, 7 aprile 2010. URL consultato il 29 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2011).
  18. ^ ( IT ) "Biblioteca nazionale francese per collaborare con Wikisource" , Wikipedia Signpost . 12 aprile 2010

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni